Comunicazione aziendale

da | 5 Dic, 2017 | Comunico ergo sum

Spesso mi ritrovo clienti che, ancora oggi nonostante sia il secolo della comunicazione, dell’immagine e del web, tendono ad attribuire poca importanza alla comunicazione professionale. In questi tempi di crisi, infatti, le attività di comunicazione rappresentano le voci aziendali che vengono tagliate per prime perché ritenute superflue. Ma come fa un’azienda a farsi conoscere se non comunica? Come fa a trovare i potenziali clienti e vendere prodotti o servizi? Dove li trova? Come comunica con loro? Se l’azienda non investe un minimo di budget sulle attività di comunicazione, quali sono altri modi per farsi conoscere? Comunicare è alla base di ogni attività, che sia un libero professionista, una startup, una PMI, una multinazionale, e, con questa affermazione, sono consapevole di non aver scoperto l’acqua calda, ma spesso, purtroppo, mi ritrovo di fronte a clienti che ancora non ne comprendono il valore e tendono a considerarla come voce secondaria nei loro piani di marketing. Investire in comunicazione inoltre significa vedere i risultati non nell’immediato ma nel breve o lungo periodo, se ovviamente alla base c’è una strategia pensata ad hoc.

Come scrivere una comunicazione aziendale

Per far sì che il tuo investimento porti risultati, è fondamentale definire un piano strategico di marketing e comunicazione aziendale che individui mezzi e canali da utilizzare per farti conoscere al tuo pubblico.

Per elaborare una strategia devi innanzitutto partire dal tipo di attività che ti caratterizza (vendi prodotti o servizi? E’ online o anche offline? E’ un e-commerce? Un marketplace?) e devi aver chiaro quali sono i tuoi obiettivi. Uno step fondamentale è quello di individuare il tuo target di riferimento e il “buyer personas” che ti consente  di avere una rappresentazione del tuo cliente ideale e ti aiuta a identificarne più o meno i profili. Una volta individuato a chi comunicare devi definire il “tone of voice” il tono cioè che si vuole dare alla comunicazione (amichevole, rassicurante, divertente ecc) e capire dove si trova il tuo target e come raggiungerlo. A prescindere che il tuo pubblico sia online o offline, che la tua azienda sia un e-commerce  o uno shop fisico, oggi per comunicare è fondamentale puntare sul web e quindi su una strategia di comunicazione che ti consente di avere dei dati alla mano che, se analizzati e monitorati, ti portano a raggiungere risultati concreti. Quindi è importante avere un sito possibilmente corredato da un blog aggiornato e ottimizzato a livello SEO, in modo da farti trovare dai motori di ricerca, i canali social attivi, una newsletter per aggiornare il tuo pubblico e per comunicare novità. In merito ai canali social, valuta bene quali attivare, punta su quelli su cui sei sicuro di trovare i tuoi potenziali clienti. Devi scegliere con criterio canali e azioni di comunicazione, non lasciare mai nulla al caso e, il mio consiglio spassionato è di rivolgerti sempre a dei professionisti specializzati nel settore.

Focalizzati sui contenuti

Puoi aver elaborato la più efficace strategia di comunicazione per la tua azienda, ma se non punti sulla qualità dei tuoi contenuti, tutto il lavoro strategico fatto servirà a ben poco e, in questo caso il tuo investimento diventerà un costo.  “Content is the king” , quante volte abbiamo sentito e letto questa frase! E’ pura verità, oggi più che mai in cui il web domina la comunicazione tutto ruota intorno al contenuto. Ciò vuol dire che se vuoi comunicare in modo efficace al tuo pubblico ottenendo dei risultati concreti devi farlo in modo coinvolgente, puntando su contenuti freschi, accattivanti, originali, (su Internet Google penalizza i contenuti copiati da altri siti) e utili. Leggendo i tuoi contenuti del tuo blog, guardando il tuo video aziendale, scrollando velocemente il tuo sito, i tuoi potenziali clienti devono trovare informazioni che possono utilizzare per realizzare i propri scopi.

Analisi e monitoraggio

Come già anticipato prima, le azioni di comunicazione sul web producono dei dati che vanno analizzati per capire se la tua strategia sta funzionando. L’utilità di investire nella comunicazione online sta proprio nella possibilità di avere a disposizione dei risultati su cui lavorare. Analisi è la parola chiave di ogni strategia di comunicazione online. Se non analizzi i dati di ciascuna azione, non potrai capire se stai andando nella giusta direzione o meno. Il monitoraggio continuo dei dati è fondamentale anche per studiare il comportamento del tuo pubblico, per identificare nuove opportunità di mercato, per capire come si stanno muovendo i competitor, per sapere di cosa si parla in Rete, per identificare eventuali migliorie al prodotto o servizio che si vende.

Ora che ho investito?

Ora che hai investito, non pensare di vedere i risultati domani. A seconda degli obiettivi che ti sei dato e dell’investimento fatto li vedrai nel breve-lungo periodo. Prenditi il tempo necessario per valutare e fai le scelte strategiche con i criteri che ti ho indicato rivolgendoti ad un professionista o ad un’agenzia. Quello che deve essere chiaro, e non mi stancherò mai di ripeterlo, è l’obiettivo che vuoi raggiungere con la campagna di comunicazione che vuoi attivare. Se non ti è chiaro questo elemento, si rischia di andare a caso e brancolare nel buio. Ricorda che la “casualità” nella comunicazione è nemica dell’efficacia. E’ ovvio che le attività di comunicazione vanno viste all’interno di una più ampia strategia di marketing che non può prescindere da una pura attività commerciale.

 

Spero di esserti stata utile e adesso mi piacerebbe conoscere la esperienza. I tuoi investimenti in comunicazione hanno prodotto dei ritorni economici? Come hai raggiunto i tuoi obiettivi?

L'Autore

Antonella Colombo

Creativa, visionaria e incosciente! Mi occupo di comunicazione soprattutto visiva ma anche di strategia e project management. La mia formazione in pittura all'Accademia di Belle Arti di Brera mi ha lasciato competenze artistiche, l'amore per l'arte e le prime nozioni digitali. Mi ispiro da sempre a Sofonisba Anguissola, pittrice del Cinquecento.

VUOI OTTENERE PIÙ RISULTATI?

“Se non sei tu la risposta a una esigenza, lo sarà il tuo concorrente”








Vuoi cambiare e raccogliere più risultati?